Home / Thailandia Info / Cultura / Ayutthaya | L’antica capitale
ayutthaya-historical-park

Ayutthaya | L’antica capitale

Ayutthaya | L’antica capitale

Ayutthaya Historical Park

Il Regno di Ayutthaya (1350-1767)

regno di ayutthayaVerso la metà del XIII secolo, Re Uthong (Regno di Suphanburi) decise di spostare la propria reggia nella ricca pianura alluvionale del fiume Chao Phraya, all’epoca principale via di comunicazione e di trasporto delle merci. Il sovrano fece realizzare il complesso reale su un’isola lungo il corso del fiume, circondata da numerosi canali, alcuni dei quali realizzati appositamente a difesa della città.

Il complesso divenne in breve tempo un importante porto fluviale, Ayutthaya Sri Raam Thep Nakhon: porto fluviale della neonata Ayutthaya – Krung Thep Dvaravadi Sri Ayutthaya – la “Città degli Angeli”.

Re Uthong – Ramathibodi I – divenne il primo sovrano del Regno di Ayutthaya, durato ben 417 anni (1350-1767).

Dapprima vennero annessi il Regno di Sukhothai e le città-stato (Muang) di Kamphaeng Phet e Phitsanulok; a cui seguirono Chiang Mai (Regno Lanna), parte dell’Impero Khmer a est e territori a sud lungo la Penisola Malese.

Considerata l’estensione del Regno, la gestione del potere venne attuata costituendo una serie di province-satellite, amministrate direttamente da membri della famiglia reale, creando così quello che venne definito dagli storici dell’epoca “Il Circolo del Potere”.

Nella seconda meta del ‘600, Re Narai (1656-1688) instaurò dei rapporti commerciali con la Francia di Re Luigi XIV, con i portoghesi, con gli inglesi, con gli olandesi e con i giapponesi.

Ayutthaya divenne la più ricca città d’oriente, con oltre un milione di persone, paragonabile alla Parigi dell’epoca.

Nel corso del XVIII secolo tuttavia, Ayutthaya perse progressivamente il controllo delle province annesse al Regno. Ne approfittarono i Birmani, nemici storici, che dopo ripetuti attacchi, nel 1767 riuscirono a penetrare all’interno della città, devastandola. In un paio di giorni, una delle città più ricche dell’Asia fu letteralmente rasa al suolo, cancellata.

 

Il Parco Storico | Cosa vedere

L’Ayutthaya Historical Park è situato in centro ad Ayutthaya, circa 80 km a nord di Bangkok, raggiungibile da quest’ultima in circa un’ora.

Aperto al pubblico dal 1976, l’Ayutthaya Historical Park include numerose testimonianze dell’antica capitale, più di 300 templi e palazzi, un patrimonio inestimabile riconosciuto ufficialmente dall’UNESCO nel 1981. Si riportano di seguito i principali:

 

point orange WAT PHRA SRI SANPHET

wat phra sri sanphet

Tempio situato all’interno del Palazzo Reale, realizzato a partire dal 1350 per volere di Re Ramathibodi I.

Nel 1449, Re Borommatrailokanat fece costruire un tempio adiacente alla propria reggia, quale area religiosa del complesso. Alla morte di Re Borommatrailokanat, suo figlio Re Ramathibodi II fece costruire due pagode (chedi): una con le ceneri del padre e l’altra con quelle del fratello, Re Borommatrailokanat III.

Nel 1499 venne costruito un nuovo e più grande tempio, il Viharn Somdet, con all’interno una statua del Buddha alta ben 16 metri: il Phra Buddha Chao Sri Sanphet, elemento religioso principale del complesso.

La terza pagoda venne realizzata dopo la morte di Re Ramathibodi II, contenente le ceneri di quest’ultimo.

 

point orange WAT PHRA RAM

wat phra ram

Situato ad est del Wat Phra Sri Sanphet, il Wat Phra Ram, contenente le ceneri di Re Ramathibodi I (Re Uthong), fu costruito nel 1369 da Re Ramesuan. Nel 1741 il tempio fu oggetto di varie opere di ristrutturazione e ampliamento per volere di Re Boromakot.

point orange WAT MAHATHAT

wat mahathat

La costruzione del Wat Mahathat risale al 1374, durante il regno di Re Borommarachathirat I. A seguito del crollo del torrione principale (prang), il tempio fu ristrutturato completamente durante il regno di Re Borommakot (1732-1758).

Wat Mahathat, luogo di preghiera per la famiglia reale, venne completamente distrutto nel 1767 a seguito dell’invasione Birmana.

Soltanto nel 1956, il Governo Thailandese decise di eseguire delle opere di scavo nel sito del tempio, alla ricerca di testimonianze dell’epoca. In quell’occasione fu ritrovata la testa di una statua del Buddha, oggi pluri-fotografata attrazione turistica del complesso (The Head of Sandstone Buddha).

 

point orange WAT RATCHA BURANA

wat ratcha burana

Alla morte di Re Intharachathirat nel 1424, i suoi due figli si sfidarono a duello per accedere al trono. Entrambi morirono; così, come spesso accade, succedette al trono il terzo figlio, Chao Sam Phraya.

Il nuovo sovrano ordinò la costruzione di un tempio, poi denominato Wat Ratcha Burana, proprio nel luogo in cui i suoi due fratelli si sfidarono a duello. Vennero costruiti due chedi contenenti le ceneri del padre e dei due fratelli.

 

point orange WAT CHAIWATTHANARAM

Wat Chaiwatthanaram

Costruito nel 1630 per volere di Re Prasatthong per commemorare la madre defunta, il Wat Chaiwatthanaram è uno dei templi meglio conservati dell’Ayutthaya Historical Park.

Gli storici hanno motivo di credere che il tempio sia stato realizzato interamente in stile Khmer a seguito di un’importante vittoria ottenuta in quel periodo da Re Prasatthong proprio nei confronti degli Khmer.

 

point orange WAT LOKAYASUTHARAM

wat lokayasutharam

Wat Lokayasutharam è situato nel distretto di Pratoochai, a un paio di km dal complesso principale, ed è caratterizzato da una enorme statua del Buddha (37 metri di lunghezza con un’altezza di 8 metri) in posizione reclinata, con la testa appoggiata su un fiore di Loto, denominato Phra Buddhasaiyart.

 

point orange WAT YAI CHAI-MONGKOL

wat yai chai-mongkol

Il Wat Yai Chai-mongkol (Wat Phra Chao Phya-thai) fu costruito nel 1357 da Re Uthong per ospitare i monaci buddisti di ritorno da Ceylon (oggi Sri Lanka).

Il complesso, caratterizzato da torrioni imponenti e da numerose statue del Buddha, ospita tutt’oggi i monaci conosciuti come Phra Kaeo Sect,  riconosciuti ufficialmente dal Re (Somdej Phra Vanarat).

 

 

About Leo

Check Also

Ee-Bee Hmong

Minoranze etniche e religione | Ee-Bee Hmong in Thailandia

Ho “scoperto” il santuario degli Ee-Bee Hmong qualche anno fa, per caso, durante uno dei …