Home / Thailandia: Cosa vedere / Nord Thailandia / Chiang Rai e il Triangolo d’Oro
wat rong khun | chiang rai

Chiang Rai e il Triangolo d’Oro

Chiang Rai e il “Triangolo d’Oro”

Chiang Rai e il “Triangolo d’Oro”

Chiang Rai è la provincia più settentrionale della Thailandia e confina con le province di Chiang Mai, Phayao e Lampang, con il Myanmar (stato Shan) a nord-ovest e con il Laos a nord-est. La città di Chiang Rai, centro che conta circa 60.000 abitanti situato sulla valle alluvionale del Mae Kok a 800km a nord di Bangkok, è il capoluogo dell’omonima provincia.

torre dell'orologio | chiang rai

 

Cenni storici

Chiang Rai, fondata nel 1262 da Re Mangrai (1238-1317), fu la prima capitale del Regno Lanna.

Considerata la costante minaccia di un’invasione da parte dei birmani e dell’Impero Mongolo, Mangrai iniziò un’opera di espansione ed unificazione del regno. Dapprima vennero annesse le città di Muang Lai, Chiang Kham e Chiang Khong.

Nel 1280 re Mangrai stipulò delle alleanze con i sovrani re Ngam Mueang di Phayao e re Ram Khamhaeng di Sukhothai. Nel 1281, sconfisse l’esercito del Regno Mon del sovrano Haripunchai e ne annesse i territori (attuale Lamphun). Dopo la vittoria sul regno di Haripunchai, re Mangrai decise di spostare nuovamente la capitale del Regno, questa volta a Wiang Kum Kam, località situata 3km a sud di Chiang Mai.

Nel 1432, un violento terremoto fece crollare la pagoda del Wat Phra Kaew a Chiang Rai. Durante la ricostruzione del tempio fu trovato il Buddha di Smeraldo (Phra Kaew): una statua di giadeite alta circa 70 cm, considerata tutt’oggi l’immagine più sacra del regno, custodita presso la Cappella Reale del Wat Phra Kaew a Bangkok.

Nel 1558 i birmani invasero il Regno Lanna da nord. A differenza di Chiang Mai e Lampang, Chiang Rai rimase sotto il controllo birmano fino al 1786 (per più di 3 secoli), periodo in cui la città fu annessa al neo costituito Regno di Chiang Mai.

 

Quando visitare Chiang Rai

Il clima della Thailandia del nord  è caratterizzato da 2 stagioni ben definite:

  • la stagione umida da maggio a ottobre (caratterizzata dal monsone occidentale, con 15-20 gg. piovosi al mese e temporali frequenti);
  • la stagione secca da novembre ad aprile (con temperature diurne nell’ordine dei 35-36°C).

Da notare che nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, la Thailandia del nord fa registrare temperature minime nell’ordine dei 10-12°C.

 

Cosa vedere | I principali itinerari

L’attrazione turistica principale della provincia è rappresentata dal Triangolo d’Oro (Golden Triangle).

Situato nel distretto di Chiang Saen, 50km a nord di Chiang Rai, il Triangolo d’Oro è il punto in cui Thailandia, Myanmar e Laos s’incontrano lungo il corso del fiume Mekong.

triangolo d'oro

Con un’area di circa 950.000km², il Triangolo d’Oro è stato per decenni il luogo con la maggior produzione e commercio di oppio al mondo (superato successivamente dall’Afghanistan).

Da visitare il Museo dell’Oppio, che propone una serie di testimonianze storiche della regione.

il mekong al triangolo d'oro | chiang rai

 

Di seguito sono elencate le altre attrazioni turistiche della provincia di Chiang Rai:

 

Chiang Saen

Situato lungo il corso del fiume Mekong, nella parte settentrionale della Provincia di Chiang Rai, Chiang Saen rappresenta uno degli insediamenti più antichi dell’intera Thailandia, con numerosi siti d’interesse storico.

Le origini del Regno di Ngoen Yang (attuale Chiang Saen) risalgono addirittura al VII secolo d.C. Nel 545 d.C. un terremoto (sono tutt’oggi piuttosto frequenti nell’area) distrusse Naknakorn e Singhanavati, cittadine situate a nord di Chiang Rai. I sopravissuti al sisma fondarono la cittadina di Vieng Prueksa (attuale Hiran Nakhon, situata 30km a nord di Chiang Rai).

Nel 638 d.C. re Lavachakkaraj annesse la cittadina al Regno Lavo rinominandola Hiran.

Laokiang, il 9° sovrano di Hiran, intorno al 850 d.C. fondò la cittadina di Ngoen Yang (attuale Chiang Saen) e la proclamò nuova capitale del Regno. Nei secoli a seguire, considerata la costante minaccia di un’invasione da parte dei birmani e dell’Impero Mongolo, il Regno di Ngoen Yang conquistò ed annesse numerosi territori, espandendosi notevolmente: a nord fino ad oltre Luang Prabang (Laos) e ad est fino a Thaeng (attuale Dien Bien Phu, Vietnam).

wat phrathat chedi luang | chiang saen

Nel 1250 d.C. fu fondata la cittadina di Chiang Rai ad opera del sovrano Laomeng. Il figlio di quest’ultimo, re Mangrai (25° sovrano della dinastia Lavachakkaraj), incoronato nel 1262, proclamò Chiang Rai capitale di quello che sarebbe poi diventato il Regno Lanna (letteralmente “Il Regno dai Mille campi di Riso”).

 

Wat Rong Khun (Tempio Bianco)

Tempio situato 13 km a sud di Chiang Rai, realizzato in stile contemporaneo. A differenza di molti altri templi della Thailandia, con una storia centenaria alle spalle, il complesso è stato aperto al pubblico soltanto nel 2008 (opera di un noto architetto locale, Chalermchai Kositpipat).

wat rong khun | chiang rai

 

Baan Dam (Casa Nera)

La Baan Dam è una sorta di museo bizzarro, da molti considerato la contrapposizione al Wat Rong Khun (White Temple). Entrambi sono stati realizzati da personaggi nativi di Chiang Rai: il White Temple dall’architetto Chalermchai Kositphipat, è situato a sud della cittadina e caratterizzato da una rappresentazione del paradiso in stile contemporaneo; la Baan Dam, realizzata da Thawan Duchanee, è situata a nord e caratterizzata da colori cupi e da una (macabra) collezione di ossa e pelli di animali.

la casa nera (baan dam) | chiang rai

 

Doi Mae Salong

Situata 70 km a nord-ovest di Chiang Rai, Doi Mae Salong, o semplicemente Mae Salong, è una località rinomata per la produzione di caffé e tè, la cui manodopera è costituita principalmente dalle popolazioni locali di etnia Hmong, Lisu e Akha.

coltivazione del the a mae salong | chiang rai

Da un punto di vista storico, il centro originario di Mae Salong fu fondato nel 1961 dalla 93ma Divisione Cinese “Santikhiri”, in fuga dalla Birmania in seguito alle tensioni politiche del Paese (Mae Salong è tutt’oggi denominata “Santikhiri”).

 

Mae Sai

Mae Sai è il Distretto più settentrionale della Thailandia. Situato al confine con la provincia di Tachileik (Myanmar), il centro di Mae Sai offre numerosi negozi dove poter acquistare oggetti tipici dell’artigianato locale.

mae sai (confine con myanmar) | chiang rai

 

About Leo

Check Also

Ee-Bee Hmong

Minoranze etniche e religione | Ee-Bee Hmong in Thailandia

Ho “scoperto” il santuario degli Ee-Bee Hmong qualche anno fa, per caso, durante uno dei …