Home / Sud Est Asiatico / Vietnam / Il Vietnam ti cambia | Dove il Napalm danzava sugli alberi, parte 3.
fto_20160811_140949~01

Il Vietnam ti cambia | Dove il Napalm danzava sugli alberi, parte 3.

Il Vietnam ti cambia, primo incontro con il paese che stuzzicava la nostra fantasia giovanile per i molti film di guerra di cui era protagonista: diario di viaggio Parte 1, preparativi e Nha Trang, Parte 2Da Nang e Hoi An  Parte 3,  Ho Chi Minh ( Saigon).

Dici Vietnam e pensi Saigon

Sinceramente, se non fosse stato per il martellamento mediatico durato 40 anni da parte della TV e dei produttori di Hollywood, il Vietnam avrebbe avuto  nella mia mente  la stessa importanza del Burkina Faso, ma questo non è successo, cosicché fin da piccolo mi vedevo a sorvolare le foreste di palme incendiate dal Napalm a bordo di un “Bell UH-1”  imbracciando un mitragliatore alla ricerca dei “musi gialli“…..Mi rendo conto che gia’ allora il Vietnam mi stava cambiando.

Vietnam

Il risultato è stato che finalmente mi stavo imbarcando per Saigon! Si,  ci sarei andato riuscendo così a sostituire il mito con la realtà.

Il delirio

Ore 8.30, sono atterrato a Saigon, taxi e via verso l’albergo. Guardo incuriosito dal finestrino: vivendo in Thailandia mi vien subito da far paragoni con Bangkok, cavi elettrici interrati, abitazioni ben tenute, pochissimi ambulanti che vendono street food, traffico similare ma con un’operatività completamente diversa, motorini ovunque che zigzagano e che sembrano privi di impianto frenante, ma ben equipaggiati di clacson. Insomma un delirio!

 

Vietnam

Interessante l’organizzazione dei taxi dove il cliente può avere la ricevuta e seguire il tragitto con un GPS .

il Vietnam

trova un alloggio a Ho Chi Minh

A passeggio per Saigon

Depositate le valigie in hotel partiamo subito alla scoperta della città, non abbiamo molto tempo ed è bene utilizzarlo al meglio.
Fissati i punti su google maps ci incamminiamo verso il  Bến Thành Market , il famoso mercato coperto di Ho Chi Mihn.
il Vietnam
In pratica si tratta di un quadrilatero completamente coperto, al cui interno si sviluppa il mercato con una gran varietà di merci, che, onestamente parlando, non è minimamente comparabile con i mercati che si trovano a Bangkok che sono di gran lunga più grandi e variegati.

il Vietnam

La cosa interessante e utile è il cambiavalute, organizzatissimo, che in pochi secondi vi potrà cambiare qualsiasi tipo di moneta vi sarete portati, credo che accettino anche i sesterzi.

il Vietnam il Vietnam

All’interno si trova anche una zona dedicata allo spuntino, con molti chioschetti per un fast food rigenerante.
Questo mercato è sicuramente una tappa da non perdere.

Hồ Chí Minh City Hall, la statua e il viale

Ben rifocillati e freschissimi si riparte in direzione del vialone dove, alla fine, si trova la statua di Ho Chi Mihn e il municipio in stile coloniale  francese  costruito agli inizi del 1900, oggi sede del comitato popolare .

il Vietnam

il Vietnam

L’immenso viale che termina sul fiume è l’unico posto tranquillo di tutta la città. Qui si può camminare indisturbati senza preoccuparsi di essere stirati investiti da qualche motorino e, incredibilmente, è possibile conversare con il vicino senza avere quell’orrendo suono di clacson che spacca i timpani.

il Vietnam il Vietnam

Al fiume ci aspetta una pubblicità al limite dello stravagante.

il Vietnam

La cattedrale di Notre Dame e l’ufficio delle poste

Tempo di birretta…….

il Vietnam

Sulla via non mancano i riferimenti e il ricordo dei 40 anni dalla riunificazione.

il Vietnam

Ecco la Basilica in stile neoromantico con le sue torri di 60 metri.
Il vescovo Lefevre  pose la prima pietra  il 28 marzo nel 1863 e i mattoni rossi sono arrivati in Vietnam direttamente da Marsiglia.

il Vietnam

Nel 1959 il Vescovo Pham Van Thien ha tenuto la cerimonia di installazione della statua di Notre Dame, da lui stesso commissionata al Vaticano e ricavata da un blocco di marmo italiano.
Nel 2005 la statua della Vergine Maria ha presumibilmente lacrimato “secondo alcuni testimoni oculari” e il presunto miracolo ha causato una congestione del traffico cittadino così grande che solo l’intervento della polizia ha potuto ripristinare la normalità.

il Vietnam

il Vietnam il Vietnam

A pochi metri dalla Basilica  si trova l’ufficio postale centrale di Saigon, oggi anche meta turistica dovuta alla particolare architettura dell’edificio che fu costruito in stile gotico rinascimentale con influenze d’oltralpe fra il 1886-1891, quando il Vietnam era parte dell’Indocina francese.

 

il Vietnam il Vietnam

Esausti torniamo all’hotel immortalando alcuni attimi di vita quotidiana di questa città.

il Vietnam il Vietnam

il Vietnam il Vietnam

A volte ti capita una foto veramente bella……

il Vietnam

Il delirio nella notte

Insomma….delirio nella notte…. diciamo che da queste parti “il delirio è sempre”, ma nella notte o scoppi a ridere o ti metti a piangere.
Il fiume di motorini strombazzanti è inarrestabile, prima imparerete che per attraversare la strada serve coraggio ed un briciolo di pazzia, prima potrete vivere appieno questo posto.

Esiste una sola tecnica che funziona, ed è quella di camminare lentamente senza badare ai motocicli e le autovetture che vi sfiorano, non fermatevi, non accelerate o siete morti. Solo così attraversare le strade in Ho Chi Minh diventerà una cosa naturale.

 Museo delle vestigia della guerra del Vietnam

Situato nel cuore di Ho Chi Minh City, dietro il palazzo della riunificazione, è il luogo dove il dolore del passato resta vivo nel presente.
Qui sono raccolti molti cimeli di guerra e la storia è raccontata dai vincitori.
Quello di cui son certo è che, entrando, sorriderete come tutti i turisti, ma uscendo sarete sicuramente mogi pensierosi e tristi, si perchè questo Vietnam ti cambia.

il Vietnam il Vietnam

fto_20160810_140713~01 il Vietnam

il Vietnam

il Vietnam

il Vietnam il Vietnam il Vietnam il Vietnam

Tutta questa morte e distruzione hanno lasciato un paese che dopo 40 anni  sembra direzionato comunque ad un consumismo globale, altro che idea socialista.

Un buon caffè Vietnamita e la nostra avventura termina qui.

il Vietnam

Guarda i nostri articoli sul Vietnam

 

C’è poi chi torna in europa e si porta con se un pezzo di Vietnam!

 

About Erny@Siam

Foto del profilo di Erny@Siam
Ciao sono Ernesto ho superato i 9 lustri, frequento la Thailandia da 10 anni ed è il paese dove attualmente vivo e lavoro, cerco umilmente di raccontare l'Asia per come la vedono i miei occhi di Italiano residente.

Check Also

Namphao_intl_border_gate_checkpoint

Visto per il Vietnam

Chiunque intenda compiere un viaggio in Vietnam deve ottenere un visto d’ingresso che va richiesto in …