Home / Thailandia Info / Cultura / La scimmia da lavoro e quella da show
Koh Samui | la scimmia da lavoro o da show
Koh Samui | scimmia da lavoro o da show

La scimmia da lavoro e quella da show

Nell’isola delle palme non è raro vedere la scimmia da lavoro intenta a scegliere e a raccogliere i cocchi, secondo un’antica tradizione. Cosa c’è dietro?

Per motivi di lavoro ho accompagnato un fotogiornalista ad intervistare uno dei più famosi addestratori di scimmie di tutta la Thailandia, Ajarn P. R., a Koh Samui.
Ci ha accolto con queste parole: “Sono lieto di aprirvi le porte di casa mia e di spiegarvi come funziona l’addestramento della scimmia da lavoro. Non voglio essere pagato, ma nemmeno giudicato. Mi è stato riferito che su Internet e sui giornali stranieri si è spesso parlato male di me, ma io non sono affatto crudele con i miei animali, mi limito ad addestrare le scimmie da lavoro così come mi è stato insegnato e lo faccio con successo.”

L’uomo, sulla cinquantina, ci ha dato appuntamento nel suo regno, dove addestra le scimmie.

“La scimmia che viene addestrata per uso lavorativo non è più redditizia come una volta: sei mesi di duro lavoro per prepararne una e ci sono sempre meno persone che vogliono la scimmia da lavoro, fanno prima ad “affittarne” una. Quelle che addestro per lo show, invece, sono pronte in due mesi.”

Koh Samui | scimmia da lavoro o da show
Koh Samui | Scimmia da lavoro o da show

Senza una motivazione professionale non credo sarei mai andata ad assistere al Monkey Show, pur abitando a meno di 500 metri da lì, ma è successo e devo dire che è stata senza dubbio un’esperienza formativa.

Onestamente non mi interessava vedere le scimmie all’opera, ma lui aveva già deciso cosa farci vedere e come. Ha imbastito al volo uno spettacolino per noi, un’interminabile mezz’ora, nella quale la scimmia ha suonato la chitarra, ballato, saltato, giocato a basket e, per fortuna, non ricordo il resto. La scimmia scelta per lo show era abbastanza in forma, come puoi vedere dalle foto, e non sembrava particolarmente spaventata da lui. Eppure, al di là del siparietto ufficale, nelle gabbie dietro al palco alcune altre non stavano per niente bene ed erano tenute in condizioni a mio parere indecenti. Alla fine dello spettacolino siamo ritornati all’ingresso, dove un gruppetto di bimbi piccoli, forse i figli, lo attendeva per togliergli tutte le erbacce dai pantaloni, per portargli da bere, da fumare, gli hanno addirittura spostato la sedia per farlo sedere. Tutte le persone intorno a lui lo guardavano con estrema ammirazione ed orgoglio.

Koh Samui | scimmia da lavoro o da show
Koh Samui | Scimmia da lavoro o da show

Lì, seduti al tavolo, è iniziata l’intervista.
“Come si addestra la scimmia per lo show?”
La risposta è stata secca:
“Con la forza.”
È sceso il gelo.
Poi ha aggiunto: “Da sempre gli animali si addestrano così e non c’è altro modo. Agire al di sopra della soglia di stress permette di ridurre i tempi di apprendimento e di aumentare la precisione dell’esecuzione, fin dalle prime fasi dell’addestramento”.
La naturalezza con cui lo ha detto mi ha fatto molto riflettere.

Non credo ci voglia molta fantasia per capire che una scimmia non arriva a suonare la chitarra o a fingere di fumare una sigaretta in maniera verosimile, se non forzata ed “educata” a farlo. In rete, ovunque si sprecano decine e decine di commenti negativi su questo tipo di show, ma poi i vari spettacoli in giro per l’isola, 7 giorni alla settimana, sono sempre piuttosto pieni.

“Se avete tempo vi porto a vedere l’ultima scimmia che ho addestrato per la raccolta dei cocchi”.

Benissimo, siamo pronti.
Arriviamo a sud di Samui a casa di questi contadini, i quali, una volta visto P. con degli ospiti, hanno cercato di fare del loro meglio per liberarci un passaggio. Fino ad ora non avevo mai osservato una quantità del genere di cocchi.

Il contadino ci presenta con orgoglio la scimmia che ha appena comprato da P.; ne ha anche un’altra, legata ad un metro di catena. Dice che quella è molto pericolosa e quindi DEVE rimanere legata lì, che cercherà di venderla a qualcuno.

Koh Samui raccolta del cocco
Koh Samui | Raccolta del cocco

Piccola dimostrazione di efficienza del primate (QUI un video su come vengono addestrate): la scimmia  si arrampica veloce, direi per 7/8 metri, batte uno per uno tutti i cocchi (riesce a distinguerne il grado di maturazione dal rumore) e il primo che trova “giusto” lo fa girare fino a quando si stacca e cade.
Un comando vocale e la scimmia scende. Il contadino tutto orgoglioso ne tesse le lodi e afferma: “Ajarn questa è addestrata benissimo, sono molto contento, lavora bene e anche i vicini me la chiedono in affitto.”
P. confessa che era un po’ preoccupato: il contadino in questione è stato aggredito dalla scimmia precedente. Gli fa togliere gli stivali di gomma e solo in quel momento noto che gli manca tutto il polpaccio destro, strappato di netto da un morso.
Mi spiegano che l’incidente è successo perché la scimmia, male addestrata, non lo riconosceva come padrone, come autorità, e che essa riconosce un solo capo.
Lì mi è partita una domanda che, col senno di poi, avrei preferito non porre:

“Ajarn P., se la scimmia riconosce te che la addestri come padrone, come può ora riconoscere lui?”

“Semplice. Una volta che la scimmia viene affidata al nuovo padrone, lui deve prenderle la testa e spingerla sott’acqua. Deve lasciarla lì qualche secondo. Poi la solleva tenendola per la nuca e la volta in modo che lo guardi negli occhi. Da ripetere fino a quando non diventa mansueta. Solo in quel momento riconoscerà chi è il nuovo capo.”

Davanti a tanta franchezza sono rimasta senza parole.
Credimi, non mi succede spesso.
Ogni volta che vedo i camioncini dei contadini che partono per la raccolta, con le loro scimmiette nel cassone pronte per lavorare, mi immagino la scena della testa sott’acqua. Eppure anch’io, nel mio piccolo, alimento questo mercato. Mangio cocco ogni giorno, spesso ne bevo solo l’acqua buttando il frutto e qui a Samui sono solo le scimmie a raccoglierli, tutte “allieve” di P. e quindi, sotto sotto, sono anch’io colpevole.

fruit shake

Chissà se chi, come me, compra i cocchi, il gelato al cocco, l’olio di cocco, a questo ci pensa.

Io non riesco più a non farlo.

 

About Nostramanus

mm
Quando ero piccina ho iniziato a parlare e a camminare molto tardi, forse è per quello che non ho mai più smesso! La curiosità è femmina e quindi mi appartiene, amo viaggiare e vedere con i miei occhi luoghi, culture e abitudini diverse dalla mia. Da qualche anno vivo stabilmente a Koh Samui in Thailandia e la amo profondamente con tutti i suoi pregi, difetti e contraddizioni e posso dire con assoluta certezza che quest’isola, ormai, non ha più segreti.

Check Also

Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh City | Cosa fare in un weekend

Ho Chi Minh City: una visita breve, ma intensa, fra luoghi storici, musei, spettacoli, ristoranti …