Home / Thailandia Info / Consigli / La Thailandia in bicicletta
thailandia in bicicletta

La Thailandia in bicicletta

Stanco di essere intruppato in aeroporti, autobus e minivan assieme ad altre centinaia di turisti? Stufo di perdere tempo a contrattare e litigare con taxi che non vogliono usare il tassametro e tutti gli altri traffichini che girano per le maggiori mete turistiche? Inorridito dall’idea di tornare a casa con le stesse foto ed esperienze del tuo vicino di casa che ha visitato la Thailandia l’anno scorso? Riprenditi la tua libertà, salta in sella e gira la Thailandia in bicicletta!

bici barca

Girare la Thailandia in bicicletta è senza dubbio uno dei modi più interessanti di scoprire questo paese. Le sofferenze per la fatica e il caldo saranno sicuramente ricompensate dalla soddisfazione di aver scoperto luoghi bellissimi che non sono nemmeno nominati nelle guide turistiche. I rapporti con i thailandesi che incontrerai godranno sempre del vantaggio di viaggiare con un mezzo che ispira subito simpatia ai thailandesi: la bicicletta.

bici strada thailandia

E’ pericoloso girare la Thailandia in bicicletta?

La Thailandia rimane un paese emergente dove nelle strade le regole non vengono sempre rispettate e vige ancora la legge non scritta del terzo mondo – il veicolo più grosso ha diritto di precedenza. Gli standard di guida sono bassi e questo è dimostrato dal fatto che la Thailandia è il secondo/terzo (a seconda delle statistiche) paese al mondo per morti in incidenti stradali. Girare per le strade, con qualsiasi mezzo, significa assumersi un rischio. Per girare la Thailandia in bicicletta sconsiglio assolutamente le autostrade e le arterie maggiori e di cercare di utilizzare il più’ possibile le strade rurali.
La maggior parte delle strade ha un ampio bordo stradale dove si può pedalare in relativa tranquillità. Attenzione però che quando questo diventa troppo ampio nelle strade maggiori a volte viene usato come un altra corsia per sorpassi azzardati e quindi pericolosissimo.
L’ unico altro pericolo è quello di essere inseguiti da cani ma succede solo in zone estremamente isolate o di notte quando vogliono proteggere la proprietà dove vivono. Basta accelerare un po’ per qualche decina di metri e smetteranno di seguirvi.

Dopo aver parlato dei pericoli, vediamo quali sono le 5 ragioni per cui la Thailandia rimane un paese eccezionale dove girare in bicicletta:

1) La Thailandia e’ uno dei paesi al mondo più comodi per viaggiare improvvisando

Con una disponibilità di alberghi e guest-house pressoché infinita, in Thailandia non è mai necessario prenotare le stanze in anticipo. Si può viaggiare in bicicletta serenamente e quando si decide di fermarsi non si è mai distanti da una camera d’albergo confortevole e a buon prezzo. Questo permette di viaggiare in piena libertà, decidendo ad esempio di modificare l’itinerario e fermarsi in qualsiasi momento se ad esempio si trova per caso un posto che ci piace oppure se si è stanchi per la giornata. Il più delle volte portarsi la bicicletta in camera non è un problema. I parchi nazionali mettono a disposizione bungalows economici o tende in affitto. Se proprio non si trova niente, i templi buddisti sono spesso disposti a fornire uno spazio in cui passare la notte.

bici hotel bici bungalow thailandia

2) Buon cibo e snacks ovunque e disponibile a tutte le ore

Quando si viaggia in bicicletta, tenere lo stomaco pieno e re-idratarsi è molto importante. Questo è facilissimo in Thailandia con gli onnipresenti 7-Eleven e negozietti e ristorantini vari. I thai mangiano a tutte le ore quindi è sempre possibile trovare qualcosa da mangiare. Nelle zone rurali sarà difficile trovare cibo occidentale e a volte bisogna sapersi adattare, ma mal che vada un riso fritto si trova sempre. Se non si trova un ristorante, nei 7 Eleven in 5 minuti e con circa 60 centesimi di euro vi poterete mangiare un toast prosciutto e formaggio.

bici 7 elevn

 

2) Strade tenute bene e con poco traffico

Una volta usciti da Bangkok e dalle arterie maggiori, è quasi sempre possibile trovare strade minori dove pedalare in tranquillità e sicurezza. Le strade son mappate bene e si possono navigare tranquillamente usando google maps.
Molto spesso le strade rurali seguono fiumi o canali (khlong) e quindi sono piacevoli da percorrere.

bici strada thailandia 2 bici strada ban krut

3) Mezzi pubblici e linee aeree bicycle-friendly

E’ possibile spostarsi con la bicicletta con quasi tutti i mezzi pubblici. A Bangkok si può portare la bicicletta nel BTS Skytrain (non e’ invece possibile nella MRT sotterranea) la mattina presto e la sera tardi. Togliendo la ruota davanti si può caricare la bici nei taxi (viene caricata nei seggiolini posteriori visto che non c’è spazio a sufficienza nel bagagliaio).

Per tragitti di lunga distanza si può caricare in autobus, treni e minivan (alcuni treni classificati come diesel railcar non lo permettono). Nei minivan bisogna acquistare i 3 spazi dietro l’ autista dove ci siede assieme alla bicicletta). Infine linee aeree come Nok Air e Bangkok Airways permettono di portare la bici in aereo senza tariffe aggiuntive.

bici taxi

4) La cordialità della gente

Molti residenti e turisti di lunga data si lamentano spesso del deterioramento dell’attitudine dei thailandesi – tra sorrisi falsi, truffe e addirittura attacchi fisici nelle località turistiche. Girando la Thailandia in bicicletta lontani dai maggiori centri turistici si ha però un’impressione diametralmente opposta. La gente, seppur spesso timida, è molto cortese e pronta  ad aiutarti in caso di bisogno. Capita spesso di ricevere offerte non richieste di aiuto, di cibo e di birra. Dietro il sorriso la maggior parte della gente penserà che siete dei pazzi a girare in bici e se la riderà, ma con simpatia. Negli ultimi anni il ciclismo sta avendo un vero boom anche tra i thailandesi e sta diventando sempre più popolare.

5) Strade lungo bellissime spiagge deserte, campagne verdi e montagne avvolte dalle nuvole.

Contrariamente a quello che spesso si pensa, la Thailandia è ancora piena di località bellissime poco o per nulla frequentate da turisti. Per chi ama i posti belli e poco affollati, basta abbandonare le località turistiche maggiori, buttare via le guide turistiche e mettersi in sella. Girando lungo le coste, le campagne o le montagne si arriverà sempre in posti bellissimi e completamente vuoti con la soddisfazione di averli scoperti e conquistati con il sudore della propria fronte e lo sforzo delle proprie gambe. Una birra fresca in spiaggia o lungo un fiume dopo una pedalata di 80 km ha tutto un altro gusto rispetto a una birra bevuta dopo 1 ora di taxi!

bici spiaggia thailandia bici strada sterrata

In bicicletta a Bangkok – Bang Krachao: giungla, mercatini e battelli nel centro della città

Viaggiare sicuri | Assicurazioni di viaggio: occhio ai dettagli!

About david

Vivo nel Sud Est Asiatico dal 2002. Gestisco un azienda di servizi informatici/software in Thailandia. Mi piace la natura e scoprire i posti meno visitati. Nel tempo libero mi potete trovare a bere birra fresca in qualche angolo dell' Asia.

Check Also

aeroporti di Bangkok

Thailandia | Gli autobus dagli aeroporti di Bangkok al centro città

Grazie ai nuovi autobus pubblici e alle navette aeroportuali, è molto facile e comodo raggiungere …