Home / Ricette / Cucina Thailandese / Latte alla soia fatto in casa
Latte alla soia

Latte alla soia fatto in casa

Preparare il  latte alla soia in casa non è difficile, né costoso: con una spesa minima possiamo preparare per conto nostro litri e litri di questa bevanda tanto amata nel sudest asiatico.

LATTE ALLA SOIA FATTO IN CASA

Latte alla soia | Preparazione

Per preparare il nostro latte alla soia abbiamo bisogno di pochissimi accessori e di un solo ingrediente: i FAGIOLI DI SOIA secchi.
Questi ultimi li potete trovare nelle erboristerie, nei supermercati, nei negozi di alimenti biologici o negli alimentari asiatici (quelli presi da me vengono appunto da un supermercato asiatico, confezione da 1 kg a meno di due euro).

Vediamo ora la procedura per preparare il latte alla soia:

latte alla soia latte alla soia

 

Prendete 250 g di fagioli di soia secchi (fig. 1, 2) e lavateli bene con acqua fredda per 2-3 volte in una ciotola, per togliere tutte le impurità.
A questo punto ricopriteli con abbondante acqua fredda e lasciateli ammorbidire per almeno 8-10 ore (fig. 3). Trascorso il tempo, vedrete che il volume sarà più che raddoppiato (fig. 4). Ora sciacquate i fagioli ammorbiditi e metteteli in un frullatore con un litro di acqua (fig. 5, 6); frullate il tutto per circa 20-25 secondi (fig. 7). Prendete un colino a maglie molto strette, mettetelo sopra una pentola capiente (meglio se in acciaio) e versateci il contenuto del bicchiere del frullatore (fig. 8), premendo con un cucchiaio in modo da far andare tutto il liquido dentro la pentola.
Adesso prendete il colino con i fagioli di soia frullati e rimettete la poltiglia dentro al frullatore con un altro litro di acqua, ripetendo la procedura altre due volte. In totale dovrete frullare gli stessi fagioli di soia tre volte, con un litro di acqua ad ogni passaggio.
Quando avrete filtrato 3 litri di acqua e fagioli di soia (fig. 9), accendete il fuoco e portate il latte alla soia a bollore (fig. 10), mescolando sempre di tanto in tanto per evitare che aderisca sul fondo della pentola. Quando comincia a bollire, abbassate il fuoco e fate cuocere il latte alla soia dai 5 ai 10 minuti a fiamma bassa (fig. 11). Spegnete il fuoco, lasciate raffreddare e mettete il latte alla soia in frigo travasandolo nelle bottiglie che preferite.

In alternativa al metodo manuale, che è un pochino più lungo, potreste comprare un elettrodomestico che vi produrrà un litro di latte di soia per volta senza perdere tempo in bolliture e scremature varie.

Latte alla soia | Consigli

Una volta in frigo, il latte alla soia durerà circa una settimana, quindi non dovrete berlo tutto in una volta per paura che vada a male. Come avrete notato, non ho inserito lo zucchero nel procedimento; se volete, lo potete aggiungere al latte alla soia prima di farlo bollire oppure (noi preferiamo così) potete addolcire a piacere il latte in un secondo momento, con il dolcificante in gocce che si trova in tutti i supermercati e che essendo in gocce si può usare sia nelle bevande calde che in quelle fredde.

About Mr.Pui

Foto del profilo di Mr.Pui
  • Kafè

    Ottimo, economica e sei sicuro di quello che bevi…

  • Kafè

    Ottimo, economica e sei sicuro di quello che bevi…