Home / Thailandia Info / Informazioni / Lavorare in Thailandia |Come trovare lavoro in Thalandia e Bangkok
Lavorare in Thailandia

Lavorare in Thailandia |Come trovare lavoro in Thalandia e Bangkok

Lavorare in Thailandia, un desiderio, una nuova vita, quali le opportunità e come coglierle.

Lavorare in Thailandia” è un argomento abbastanza complesso, oggi ne tratteremo solo alcuni aspetti.

Partiamo dal presupposto che per poter avere una vita “normale“, per integrarsi in un paese sia necessario poter provvedere a se stessi e alla propria famiglia e pochi possono vivere di rendita.

Trasferirsi in un’altra nazione ci porta ad affrontare molti problemi, ma il più importante è il lavoro, senza il quale l’avventura durerebbe solo il tempo di dare fondo ai nostri risparmi.

Sento spesso la frase “Lavorare in Thailandia come dipendente è impossibile “, nulla di più falso dico io!

Quali sono le opzioni per lavorare in Thailandia?

Lavoro da dipendente

Dobbiamo premettere che esistono lavori da dipendente vietati alle persone che non hanno cittadinanza thailandese.

Lavori proibiti agli stranieri:

  • Lavori manuali
  • Lavori nell’agricoltura, allevamento, selvicoltura o pesca che escludono lavoro specializzato in ogni particolare ramo o soprintendenza di fattoria
  • Muratura, falegnameria o altri lavori di costruzione
  • Intaglio di legno
  • Autista di qualsiasi mezzo meccanico, escluso pilota di aereo internazionale
  • Commesso
  • Vendita all’asta
  • Taglio o lavorazione di gioielleria
  • Parrucchiere o trattamento di bellezza
  • Tessitura di stoffe a mano
  • Produzioni artigianali in paglia, bambù o rattan
  • Produzione di strumenti musicali thailandesi
  • Prodotti in oro, argento o lega di oro-rame
  • Produzione di bambole thailandesi
  • Produzione di materassi o coperte
  • Lavorazione della seta a mano
  • Produzione di immagini di Buddha
  • Produzione di coltelli o armi da taglio
  • Produzione di ombrelli di stoffa o carta
  • Produzione di scarpe e cappelli
  • Mediazione o agenzia, escluso negli affari commerciali internazionali
  • Lavoro di ingegneria civile, escluso lavoro altamente specializzato
  • Lavoro di architettura
  • Produzione di capi di abbigliamento
  • Arte ceramica o creazione di merce in ceramica
  • Autista per escursioni turistiche
  • Venditore ambulante
  • Dattilografo
  • Ufficio o lavoro di segreteria
  • Legale o servizi di denuncia

Altre limitazioni e condizioni possono essere consultate in rete vedi Leggi thailandesi.

Ok ho capito vi siete spaventati…si perchè scorrendo la lista, uno si convince che veramente non sia possibile lavorare in Thailandia.

In effetti, queste restrizioni servono a proteggere il cittadino nei lavori comuni che non necessitano di particolari caratteristiche specifiche difficilmente presenti in Thailandia; lo straniero che può essere impiegato in un’azienda operante sul suolo thailandese deve avere conoscenze specifiche e comunemente sarà un manager oppure inquadrato come “istruttore”, “mastro”, insomma tutte posizioni che presuppongono la capacità di insegnamento o di direzione, forte di una pregressa alta professionalità.

Le ditte operanti in Thailandia a direzione Thai e straniera hanno un grande bisogno di figure professionali con caratteristiche europee/americane ecc., il problema per chi vuole un’opportunità è come proporsi e dove cercare.

Un lavoro da dipendente implica un permesso di lavoro ed un VISTO; normalmente l’azienda si occupa delle pratiche necessarie”.

Come proporsi? Dove cercare?

Un Curriculum Vitae redatto correttamente in lingua inglese è fondamentale, dopodiché esistono siti Internet dove i datori di lavoro inseriscono le richieste, sui quali troviamo agenzie specializzate nella ricerca di personale.

jobthai.com

jobsdb.com

Quindi gli strumenti esistono, si tratta di utilizzarli.

Un altro modo a mio avviso interessante, è quello di eseguire una ricerca minuziosa di aziende dove la propria professionaità possa essere valutata e organizzare una vacanza/lavoro in cui ci si reca di persona per consegnare il proprio C.V. (previo contatto e-mail).

Armatevi di buona volontà di pazienza e provateci.

Lavoro indipendente

Con lavoro indipendente si intende essere titolari di una ditta, sia essa un comune esercizio commerciale oppure una grande azienda.

Questa opzione risulta la più comune per molti che, presi dalla voglia di vivere in Thailandia, non vogliono sottostare a costrizioni come il luogo di lavoro e la dipendenza da un datore di lavoro.

Anche aprire un’attività non risulta essere così semplice come viene raccontato, ma bisogna sottostare ad alcune regole più o meno restrittive. Leggi thailandesi.

Degna di nota è la legge che non permette ad uno straniero di detenere più del 49% di un’azienda sul territorio nazionale.
Fanno eccezione stranieri di origine americana che, tramite la Treaty of Amity tra Stati Uniti e Thailandia, possono detenere la maggioranza delle quote di un azienda. Allo stesso modo, aziende operanti in determinati settori ritenuti strategici dal governo Thailandese possono ottenere promozione dal BOI (Thailand Board of Investment) e quindi avere azionisti stranieri fino al 100% oltre ad altri vantaggi.

Non è possibile acquistare terreni a titolo personale, ma è possibile come azienda.

Estremamente importante è affidarsi ad agenzie che aiutino nell’apertura dell’azienda, in modo da non lasciare nulla al caso e fare i passi secondo la legge.

Ci sarebbe comunque da parlare per ore, ma l’obiettivo di questo articolo è indicare i primi passi e incoraggiare chi volesse iniziare una nuova esperienza di vita in Thailandia.

 

About Nobody

mm
Ciao sono Ernesto ho superato i 9 lustri, frequento la Thailandia da 10 anni ed è il paese dove attualmente vivo e lavoro, cerco umilmente di raccontare l'Asia per come la vedono i miei occhi di Italiano residente.

Check Also

assicurazioni viaggio

Assicurazioni viaggio | Come usarle al meglio?

A proposito di assicurazioni viaggio, queste sono le domande più frequenti che vengono poste da …