Home / Thailandia Info / Informazioni / Sicurezza stradale |Guidare in Thailandia
Asia guidare

Sicurezza stradale |Guidare in Thailandia

Sicurezza stradale, Asia, esperienze di guida in Thailandia. Cosa fare per viaggiare e guidare un automobile in Thailandia in completa sicurezza .

Calcolavo che in poco più di 3 anni ho percorso circa 100.000 Km in automobile sulle strade dell Asia, una cifra significativa che credo possa permettermi di fare delle considerazioni abbastanza attendibili.

La mia esperienza è basata principalmente nella guida sulle strade thailandesi.
Ogni giorno uso l’automobile per lavoro e spesso mi capitano viaggi da oltre 2000 km.

Sicurezza stradale | Cosa serve per guidare in Thailandia

  • Una patente (obbligatorio)
  • Un Automobile (obbligatorio)
  • Un navigatore satellitare (opzionale)
  • Una Camera car (opzionale)
  • TANTA TANTA PRUDENZA  (OBBLIGATORIO)

Una patente

Necessaria è la patente internazionale oppure quella del paese dove si intende guidare, in Thailandia è riconosciuta la patente internazionale con durata un anno secondo la convenzione “Ginevra 1949“.
La patente thailandese è temporanea di durata 2 anni oppure da residente durata 5 anni, la conversione da patente internazionale a thailandese va fatta presso gli uffici della motorizzazione thailandese.

Thailandia patente

Un Automobile

Le maggiori agenzie di affitto (AVIS,Budget,Hertz ecc) sono presenti in tutto il paese e specialmente negli aeroporti.

Noleggiate da centri autorizzati e riconosciuti, le  tariffe sono leggermente più alte ma con la garanzia di essere totalmente coperti in caso di incidente.

Un navigatore satellitare

Io consiglio sempre di avere il navigatore, anche l’uso di un telefonino con applicazione da navigatore vi sarà utilissima, ricordate che spesso le indicazioni stradali non sono tradotte in inglese.
Tutti i navigatori hanno le indicazioni in lingua inglese.

Una Camera car

Asia Guidare Untitled

Il mio consiglio è di spendere 50 Euro ed installare sulla vettura una Camera Car, questa accortezza ci permette in caso di incidente di avere una prova inconfutabile per chiarire l’accaduto sia con le autorità sia con l’assicurazione.
Ricordatevi che noi ( la maggior parte di noi) non parliamo la loro lingua e loro spesso non parlano inglese.
La Thailandia purtroppo è ai primi posti nella classifica mondiale degli incidenti mortali sulle strade.

Di seguito riporto esclusivamente a scopo didattico ,l’elenco  dei 25 paesi con i più alti tassi di mortalità per incidente automobilistico e il numero di morti per incidenti stradali ogni 100.000 persone: (Dati 2014)

1. Namibia 45
2. Thailand 44
3. Iran 38
4. Sudan 36
5. Swaziland 36
6. Venezuela 35
7. Congo 34
8. Malawi 32
9. Dominican Republic 32
10. Iraq 32
11. Central African Republic 32
12. Mongolia 31
13. Belize 31
14. Djibouti 30
15. Lesotho 30
16. Mozambique 30
17. Malaysia 30
18. El Salvador 29
19. Yemen 28
20. Ethiopia 28
21. Equatorial Guinea 28
22. Zambia 28
23. Guyana 27
24. Jordan 27
25. Angola

Asia guidare 3

Tanta,tanta prudenza

In Thailandia si guida come in Inghilterra ossia nel senso opposto a come siamo abituati in Italia, questo puo’ creare difficoltà a chi nel giro di pochi giorni deve cambiare totalmente la direzione di marcia.
Le inversioni di marcia in terza corsia risultano pericolose per chi pensa che quella sia la corsia di sorpasso, l’uso delle carreggiate a discrezione degli automobilisti possono portare ad una confusione pericolosa, il grande numero di motociclette che sfrecciano intorno a voi non migliora la situazione.
Il sistema di preparazione alla guida ha indubbiamente delle lacune importanti ed unito ad un comune fastidio a seguire le regole crea un mix altamente rischioso, quindi la raccomandazione è quella di non dare nulla per scontato rispettare i limiti di velocità la distanza e prendere tutte le precauzioni perchè il vostro viaggio risulti il più sicuro possibile.

In caso di incidente la prima cosa da fare è quella di contattare le autorità e l’assicurazione della vostra vettura che immediatamente arriveranno sul posto, non si deve assolutamente spostare il veicolo oppure si rischia di passare dalla parte del torto pure avendo ragione, in qualsiasi caso prima di firmare qualsiasi documento accertatevi che sia tradotto in una lingua a voi comprensibile.

Spero di non avervi messo paura, posso dire che in questi miei 100.000 Km in Asia non ho avuto incidenti, ho semplicemente seguito le regole e usato molta prudenza.

Nota importante:

Dalla nostra esperienza sul campo consigliamo vivamente a tutti coloro che intendono visitare la Thailandia o un qualsiasi paese Asiatico di stipulare un assicurazione medica, non vi succederà nessun incidente ma nel caso la sfortuna ci metta lo zampino sarete felicissimi di aver speso una particina delBugget vacanza che vi avrà protetto da bruttissime conseguenze. 

Qui di seguito vi elenco alcune assicurazioni disponibili online .

clicca sul nome per accedere ai siti.

Il Phuket NotizieCOLUMBUS                                GLOBELINK
Il Phuket NotizieCLICCASICURO                       EUROPEASSISTANCE
 WORLD NOMADS                  VIAGGISICURI

Modifica

About Nobody

mm
Ciao sono Ernesto ho superato i 9 lustri, frequento la Thailandia da 10 anni ed è il paese dove attualmente vivo e lavoro, cerco umilmente di raccontare l'Asia per come la vedono i miei occhi di Italiano residente.

Check Also

Thailandia: perchè e quando optare per un tour operator

Thailandia: perchè e quando affidarsi ad un tour operator

Thailandia, non solo soggiorno mare Quando si parla di Thailandia la prima cosa che ci …