Home / Notizie / Thailandia | Donna britannica cita a giudizio una clinica di bellezza
Ms Greville mostra il suo labbro rovinato su un sito web di raccolta fondi, dove sta cercando i soldi per la chirurgia ricostruttiva.
Ms Greville mostra il suo labbro rovinato su un sito web di raccolta fondi, dove sta cercando i soldi per la chirurgia ricostruttiva.

Thailandia | Donna britannica cita a giudizio una clinica di bellezza

Una donna inglese che vive a Bangkok ha lanciato un raccolta di fondi online che le permetterà di ottenere le prove per citare a giudizio una clinica di bellezza thailandese per false iniezioni riempitive alle labbra di Juvéderm , l’articolo è stato pubblicato giovedì su un sito Web di notizie online del Regno Unito.

Secondo il Daily Mail, Amelia Greville, 24 anni, ha acquistato a 50 sterline (2.600 baht) in promozione iniezioni riempitive di Juvéderm per le labbra, che normalmente costa 400 sterline (21.000 baht) nel Regno Unito.

Dopo le iniezioni effettuate ad aprile dello scorso anno, ha detto che le sue labbra inizialmente sembravano belle, ma nel giro di due mesi si è formato un grumo sul labbro superiore e un altro sul suo labbro inferiore.

Quando la signorina Greville è tornata alla clinica due mesi più tardi, il personale le ha iniettato un altro fluido sostenendo che avrebbe risolto il problema.

Invece le sue labbra hanno cominciato a gonfiarsi e a diventare blu, successivamente gialle, quindi dai grumi iniziali si sono formati dei noduli dolorosi sulla parte superiore.

In seguito ha consultato un altro medico questo ritiene che la clinica abbia usato silicone anziché  Juvéder,  molto più economico e illegale in Thailandia.

“Il medico ha contattato il fornitore Juvéderm in Thailandia per verificare se avessero mai avuto un ordine da questa clinica, loro hanno confermato che non hanno mai avuto ordini”, ha spiegato la signorina Greville.

È stata visitata da un chirurgo presso l’ospedale Samitijev a Bangkok, il chirurgo ha spiegato che poteva risolvere il suo problema con un intervento chirurgico e un innesto di grasso, ma il costo sarebbe di 75.000 baht (1.500 sterline).

La signorina Greville ritiene che l’intervento di riparazione per cui  sta raccogliendo fondi servirà per dimostrare che è stato iniettato del silicone e permetterle di agire contro la clinica.

“Non solo mi serve l’intervento chirurgico , ma anche in modo che possa dimostrare all’autorità del farmaco thailandese che questa clinica inietta sostanze illegali di modo che siano perseguiti e chiudano definitivamente “.

Fonte in inglese: http://m.bangkokpost.com/news/819100?refer=https%3A%2F%2Ft.co%2FjkDrNaAEkk

About Kafè

mm

Check Also

Thai Airways International (THAI) ha scelto di utilizzare i suoi ultimi Airbus 350 XWB  per i suoi voli in italia a partire dalla metà di questo mese.

La THAI airways utilizzerà nuovi jets per i voli in l’Italia

La THAI airways compagnia di bandiera ha preso la decisione dopo che è diventato evidente …