Home / Thailandia Info / Dove dormire / Trasferirsi in Thailandia | Cristiano Sala a Koh Lipe
Trasferirsi in Thailandia

Trasferirsi in Thailandia | Cristiano Sala a Koh Lipe

Quanti sognano di trasferirsi in Thailandia, magari in un’isola tropicale? Oggi intervistiamo Cristiano, che si è trasferito a Koh Lipe, una delle isole più belle della Thailandia, dove ha aperto il Family Song Bungalow Resort.

Ciao Cristiano. Raccontaci qualcosa di te.

Ciao. Mi chiamo Cristiano Sala, ho 37 anni, sono romagnolo e vivevo a Cesenatico. Sono molto legato alla mia terra, la Romagna, e alle sue tradizioni. Sono un grandissimo tifoso della squadra di calcio della mia terra, il Cesena. In Romagna negli anni prima di trasferirmi in Thailandia lavoravo stagionalmente per 6 mesi.

Come è iniziata la tua avventura in Thailandia?

La mia avventura in Thailandia è iniziata nei primi anni 2000. Sono capitato qua per caso, dopo anni di vacanze in sud America. Ho iniziato fermandomi un mese, poi tre mesi, per poi fermarmi sei mesi all’anno. Ho scoperto Koh Lipe nella stagione 2007/2008 e me ne sono subito innamorato.

Nel 2010 ho iniziato a dare una mano alla famiglia di pescatori isolani che gestiscono il Family Restaurant. Nei primi tempi mi limitavo ad accompagnare i turisti nelle uscite di pesca, che è la mia più grande passione, seconda solo all’amore che provo per il Cesena Calcio!

Col passare degli anni ho stretto rapporti sempre più stretti con la famiglia di pescatori, e nel 2013 ho preso in affitto un terreno dietro al ristorante dove ho costruito 15 bungalows.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

La scelta di trasferirsi in Thailandia com’è maturata?

Ho deciso di trasferirmi perché in Italia non mi trovavo più bene, e ho deciso di fare questo grande salto investendo quello che avevo a Koh Lipe. Era da sempre il mio sogno lasciare l’Italia per poter mettermi in gioco, da solo, lontano da casa, e penso che Koh Lipe sia stata la scelta giusta. Anche se non era mia intenzione iniziare a costruire in quell’anno, ma una serie di circostanze e coincidenze hanno voluto così.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

Trasferirsi in Thailandia è il sogno di molti. Sei contento della tua scelta? La rifaresti?

Al momento sono contento della mia scelta ma se tornassi indietro non so se lo rifarei. Sono troppe le difficoltà che ho riscontrato qua, e durante la costruzione dei bungalow ho attraversato giornate dove pensavo di aver fatto una gran cazzata errore!

La Thailandia per venirci in vacanza è stupenda ma quando ci vieni a vivere, e soprattutto a lavorare, ti rendi conto che è tutto diverso. Se ci viviamo vuol dire che alla fine si sta bene, e io sono fortunato perché vivo in un isola piccolissima, quindi vita sana di mare e di pesca.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

Quali sono i problemi maggiori che hai riscontrato?

Le difficoltà maggiori le ho trovate durante le due stagioni in cui abbiamo costruito i bungalow. Ero arrivato al punto di voler mollare tutto e tornare a casa, perché mi avevano esaurito. Non vedevo mai la fine dei lavori e la stagione era alle porte. Poi per fortuna siamo riusciti ad aprire in tempo.

Ora il peggio sembra passato, e rimangono solo i problemi legati allo staff, che tutti o quasi abbiamo qua.

Koh Lipe è una delle isole abitate dai Chao Leh, gli “zingari del mare”. Hai avuto difficoltà di ambientamento?

A me Lipe è piaciuta tanto proprio per la presenza dei Chao Leh, gente che vive di pesce e pesca. Mi sono trovato subito bene con loro. Grandi difficoltà di ambientamento non ne ho avute visto che erano già anni che passavo mesi sull’isola. Con la popolazione locale è molto più semplice integrarsi. Con i thailandesi penso sia molto più difficile, anche perché io sono veramente troppo diverso in tutto da loro. Credo che comunque l’isola di Koh Lipe rispetto al resto della Thailandia sia un oasi felice e mi sento fortunato. A mio avviso i Chao Leh sono fantastici e spero di poter rimanere a lungo a contatto con questa gente.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

Torni spesso in Italia?

Tutti gli anni, a passare i tre mesi estivi.

Com’è strutturato il tuo resort?

Il terreno che ho affittato per i miei bungalow è di proprietà di una famiglia Chao Leh, alla quale sono molto affezionato e legato.

Ho fatto costruire i bungalow rispettando le caratteristiche dei bungalow che c’erano a Koh Lipe dieci-quindici anni fa, ma con alcune migliorie. Esempio la doccia calda ed l’immancabile WiFi. Ho fatto questa scelta per fare in modo che chi soggiorna da noi riesca ancora a respirare l’aria della Koh Lipe che fu, prima dell’inizio della costruzione dei bungalows di lusso e i mega resort. Potevo anch’io stare al passo coi tempi, ma ho deciso di costruire bungalows spartani, ma con accorgimenti in più. I bungalow mi sono stati costruiti dai Chao Leh, cosi ho contribuito all’economia locale.

Chi soggiorna da noi riesce ad avere ancora un forte contatto coi Chao Leh della famiglia, sia al Ristorante che con le nostre escursioni.

Il nostro Family Song Bungalow Resort è formato da 15 bungalows, che possono ospitare anche fino a 3-4 persone. In più abbiamo due bungalows che affittiamo a chi vuol stare a Koh Lipe per parecchio tempo e spendere poco.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti i bungalows sono con ventilatore e doccia calda ed abbiamo il miglior WiFi che si trova sull’isola.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

Il ristorante, che non è mio, ma della famiglia Chao Leh dove sono in affitto, è aperto solo in alta stagione, per cinque mesi, da novembre ad aprile. I membri della famiglia sono dei grandissimi pescatori che da sempre organizzano uscite di pesca con i long-tail boat – barche tipiche thailandesi – portando fuori i turisti a caccia di pesci vela. Koh Lipe è zona ancora abbastanza ricca di pesce dove ci togliamo tante soddisfazioni.

Vi invitiamo a visitare la Pagina Facebook del Family Song Bungalow dove potrete trovare bellissime foto di Lipe e a iscrivervi al gruppo Facebook Isola di Koh Lipe

La tua giornata tipo?

Le mie giornate sono quasi tutte uguali. Sveglia alle sette e trenta, per poi andare in reception per i vari check in/out, sistemare le prenotazioni, rispondere alle mail e rimanere a disposizione dei clienti. La maggior parte del tempo la passo così. Potrebbe sembrare tutto molto monotono ma non lo è. Poi ci sono le giornate di pesca dove si esce alle nove e trenta  del mattino per rientrare alle cinque o sei del pomeriggio.

Oltre allo staff locale, hai qualcuno che ti aiuta nella gestione del tuo resort?

Da quasi 2 anni ho una compagna thailandese che mi aiuta, e nel mio gruppo di lavoro posso contare sull’aiuto di un amico italiano di Castelfranco Veneto che vive a Koh Lipe da dieci anni.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

 

 

Parlaci un po’ di Koh Lipe.

A Koh Lipe ci sono tre spiagge pricipali, Pattaya beach, Sunrise e Sunset beach, più alcune spiagge più piccole, molto carine. Noi siamo nel centro di Pattaya beach, che è la spiaggia dove in alta stagione si può scegliere e mangiare il pescato direttamente nei ristoranti in spiaggia. Tra i vari ristoranti, c’è il Family Restaurant che è uno dei ristoranti storici di Lipe.

Le giornate a Lipe si possono passare in spiaggia e facendo snorkeling direttamente dalla spiaggia. Pattaya beach è ricca di corallo, poi ci sono i vari tour in barca nelle tante isolette e spiagge attorno. Per gli appassionati di immersioni ci sono tantissimi centri diving. Negli ultimi anni sono sempre di più gli appassionati di pesca che arrivano sull’isola. Il pesce per fortuna non manca e ancora ci divertiamo parecchio. Al Family Song abbiamo barche attrezzate e pronte ad uscire tutti i giorni e barche per ogni tipo di escursione quindi chiunque sia a Lipe e voglia prenotare un escursione può passare da noi.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

Come è cambiata Koh Lipe da quando è diventata così famosa?

Lipe é un isola che fino a qualche anno fa era abitata solo dai Chao Leh. Sono arrivati qua più di cento anni fa e con l’esplosione del turismo è stato snaturato il loro modo di vivere.

Anni fa l’isola era qualcosa di spettacolare e purtroppo di quell’isola a noi è rimasto solo un bellissimo ricordo.

Koh Lipe è un’isola che va bene per tutti?

Koh Lipe mi sento di consigliarla a tutti, ma negli ultimi anni la tipologia di turisti che arrivano qua è cambiata in peggio. Arrivano sempre più persone con pretese assurde, sempre più fighetti e l’isola non è ancora pronta per questo tipo di clientela. Lipe la vivi bene se riesci a prenderla per quello che è, e per quello che offre. Se non si ha un minimo di spirito di adattamento, non è il posto giusto.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali sono i periodi di alta stagione?

Da dicembre a fine Marzo. In questi periodi l’isola è quasi sempre strapiena; quindi un consiglio che mi sento di dare è di prenotare con largo anticipo.

Puoi darci un’idea sui costi?

Prenotando online i prezzi dei bungalows partono dai 1.200 Baht, ma sul posto si possono trovare anche bungalows più spartani, a circa 600 Baht, ma senza nessun tipo di comodità.

Per avere un bungalow tipo i nostri, con doccia calda, WiFi e un ottimo materasso, il prezzo sale sui 1.500 Baht a notte. Se poi si vuole un bungalow con aria condizionata e vista mare, allora si arriva anche sui 3.000 Baht a notte.

Trasferirsi in Thailandia

 

 

 

 

 

 

Pensi di restare a Koh Lipe, o hai altri progetti per il futuro?

Bella domanda…la mia risposta è “non lo so”. Mi piacerebbe ingrandire l’attività, ma al momento non mi è possibile, non avendo altro terreno a disposizione. Quando mi scadrà il contratto vedremo cosa fare e vedremo in che condizioni sarà la Thailandia. Se riuscissi a stare a Koh Lipe altri quindici o vent’anni non sarebbe male.

Hai qualche consiglio per chi vorrebbe trasferirsi in Thailandia?

Un consiglio che mi sento di dare per tutti quelli che vorrebbero trasferirsi in Thailandia è di pensarci non una, non dieci, ma cento volte!

Vedo troppa gente che vive il sogno di trasferirsi in Thailandia e molti non ci sono nemmeno mai stati, se non per delle brevi vacanze. Se proprio si è convinti, consiglio di venire qua a viverci almeno un anno, prima di fare il grande passo, per rendersi conto di persona di come funziona qua. Spero di sbagliarmi ma non vedo un gran futuro per la Thailandia. Il turismo è in netto calo e questo basta per farmi preoccupare!

Grazie Cristiano, ci ha fatto molto piacere scambiare quattro chiacchiere con te. Buona continuazione in Thailandia e buon lavoro.

Grazie a voi. Ciao a tutti!

_______________________________________________________

Trasferirsi in Thailandia è un sogno che hanno molte persone. E’ anche il tuo sogno? Facci sapere se ci stai pensando, se lo stai programmando o se hai bisogno di qualche informazione al riguardo.

Leggi anche l’intervista a Luca Cesarini, uno chef italiano a Bangkok

About Marco Pagani

Vivo in Thailandia dal dicembre del 2000, e ho trovato “casa” tra le montagne del nord, vicino al confine con il Laos. Mi piace viaggiare lentamente, alla ricerca di emozioni, che derivano dalle piccole cose, dalle atmosfere e dalla gente...

Check Also

aeroporti di Bangkok

Thailandia | Gli autobus dagli aeroporti di Bangkok al centro città

Grazie ai nuovi autobus pubblici e alle navette aeroportuali, è molto facile e comodo raggiungere …